Girone C: presentazione e PRONOSTICI di Gianluca Da Poian

Con i campi più o meno malandati a causa del maltempo che ha colpito più o meno indistintamente tutta la penisola, il girone C si prepara a rituffarsi nel vivo di un campionato che promette, nelle varie zone di classifica, una battaglia piuttosto tirata fino alla fine. La quarta giornata è spalmata su tre giorni. partendo dall’ anticipo del Polisportivo tra Belluno e Fontanafredda per finire con l’ insolito derby di lunedì pomeriggio tra Kras e Triestina. Vediamo un po’ cosa può riservarci il turno.

sabato 7/02 (ore 14.3o)

Ital Lenti Belluno-Fontanfredda 1-x Due squadre arrivate alla sosta con stati d’ animo assolutamente opposti. I gialloblù, perdendo a Mezzocorona, hanno chiuso due mesi non positivi che han visto i Vecchiato boys raccogliere solo due vittorie mentre il Fontanafredda si trova ora a soli tre punti dalla zona play-off e lì vorrebbe restare. Credo che comunque la voglia di rivalsa dei gialloblù possa fare la differenza. Ci sarà anche il pubblico, dopo la revoca delle porte chiuse.



domenica 8/02 (ore 14.30)

Biancoscudati Padova-Tamai 1-x Mi gioco la stessa doppia chance della partita precedente perché dico che i patavini sono sì favoriti da una molteplicità di fattori ma è altrettanto vero che i tamaioti son capaci di risultati anche di prestigio e all’ andata son stati capaci di mettere in seria difficoltà i Parlato boys. Partita che si gioca sul filo del rasoio, ma chi ha da perdere è solo il Padova.

Sacilese-Altovicentino x Per l’ Alto, caduto in casa con il Kras, due partite tostissime in trasferta tra questa a Sacile e quella di domenica prossima a Pedavena con l’ Union Ripa. Uscire bene (6 o anche 4 punti) da queste due sfide può essere un ottimo trampolino di lancio, viceversa il rischio è di lasciare troppa strada al Padova. La Sacilese è anche in ripresa e ha già battuto al XXV Aprile i Biancoscudati: i liventini hanno le carte in mano per il bis.

Clodiense-Union Pro 1 A Chioggia sognano di andarsi a prendere questi play-off anche visti gli ultimi punteggi messi in fila e, obiettivamente, la squadra pare all’ altezza per arrivare fino in fondo, se non altro per la buona continuità mostrata. L’ Union Pro è avversario tosto (ha già battuto sia Padova che Belluno) ma battibile, sfruttando anche la relativa tranquillità dei trevigiani.

Arzignano-Mezzocorona x Il mio azzardo di giornata lo gioco al Dal Molin. L’ Arzignano si è rialzato alla grande e ora è solo a un punto dalla zona spareggi, ma nonostante ciò ha battuto a fatica il Mori nell’ ultima in casa prima di pareggiare a Trieste: segno che la stanchezza per la rincorsa fatta si inizia a far sentire. Il Mezzo invece visto con il Belluno può ancora giocarsela fino in fondo. Quadrata e ben organizzata, la truppa di Luca Lomi senza penalizzazione potrebbe tranquillamente mettersi due squadre alle spalle.

Legnago-Union Ripa 1-2 Sul Legnago si rischia di essere ripetitivi e allora basta una data: 16 Novembre 2014, ultima vittoria stagionale dei veronesi. Da allora una bella sfilza di pareggi e qualche sconfitta che sta trasformando la stagione in un incubo. Sarà una sfida in cui i tre punti saranno fondamentali anche per l’ Union Ripa, reduce da tre ko in linea e che fuori non vince da due mesi e mezzo; i mezzi per raggiungere i play-off ci sono tutti ma non bisogna perdere il treno ora che la formazioni stagnano tutte vicine. Il pari, a occhio, non servirebbe proprio a nessuno.

Dro-Montebelluna 1-x Il Montebelluna pare aver un po’ troppo rallentato per tenere alte le speranze play-off ma con le squadre di mister Pasa il quasi impossibile diventa spesso possibile. Tutto passa anche da un successo in terra rotaliana dove il Dro però è assetato di punti salvezza e, se vuole continuare a sperare nella zona salvezza diretta, deve prendersi questi tre punti.

Giorgione-Mori 1 Difficilmente vediamo il Giorgione mancare questi tre punti se non altro perché, in caso di risultato diverso, in casa dei castellani si aprirebbero spiragli davvero pericolosi, con la zona play-out appena quattro lunghezze dietro. Al Mori non sembra bastare neanche la onesta battaglia domenicale. L’ obiettivo più concreto è quello di ritornare in Eccellenza con dignità, anche se il tempo dei miracoli non sarebbe ancora del tutto finito; ma non vedere il Mori negli ultimi due posti della classifica a fine stagione sarebbe un miracolo da chiedere qualche riconoscimento religioso.



lunedì 9/02 (ore 15.00)

Kras Repen-Unione Triestina x Tralasciando completamente la parte relativa ai cambi di sede di gioco (per arrivare a giocare alla fine…nello stadio del Kras!) ci addentriamo nella parte calcistica di questo derby. Da un lato un Kras che ha appena battuto l’ Alto ed ha cambiato marcia in maniera incredibile da gennaio e una Triestina che, se non altro, non perde più anche se fa molta fatica a vincere. Probabile che l’ istinto di sopravvivenza delle due porti ad un pareggio.